Stone Stories | Un percorso di racconto delle pietre pugliesi che diventa storia di uomini, territorio e impresa.
15658
home,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15658,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-6.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.5,vc_responsive

Un percorso di racconto delle pietre pugliesi che diventa storia di uomini, territorio e impresa.
Che si traduce in immaginario collettivo, in narrazione condivisa.
A partire dagli anni ‘90, la grande architettura contemporanea e il design scoprono il valore e le potenzialità delle pietre pugliesi. È così che la pietra leccese del bacino di Cursi/Melpignano, come quella di Trani e di Apricena, di Ostuni e di Minervino Murge, diventano elementi chiave dell’affermazione dell’immagine della Puglia a livello internazionale, al pari della cultura e del turismo. In realtà, attraverso la pietra, viene alla luce un tratto essenziale dell’identità pugliese che trova una dimensione contemporanea inattesa. Insieme con gli oggetti, gli edifici, le sculture, affiora in superficie una storia dura, intensa, fatta di uomini, e cave.
Una storia di fatica e di bellezza che non ha paragoni. Una vicenda umana che intreccia il territorio, le competenze e una storia di mani artigiane senza le quali l’oggi, fatto di design e grande architettura, che diventa economia e promozione territoriale, non sarebbe mai stato possibile.
È una storia minima che si traduce in un’epica di genti e luoghi. Le genti e le pietre di Puglia.

A story about the stones of Puglia which becomes story of men, land and business and which express a collective vision, a common story telling.
From the ’90s onwards, stones from Puglia received recognition on the contemporary design and architecture scene.
The Lecce Stone, such as the one extracted around Trani and Apricena, Ostuni and Minervino Murge, has since become a fundamental element for the promotion of the Puglia region at an international level, just as culture and tourism.
Through the stone surfaces also an essential trait of the identity of Puglia which reflects on a new and unexpected contemporary dimension.
Through objects, buildings, sculptures a hard and intense story arises, a story of men and quarries. A story of hard work and beauty with no equals.
A human story which weaves together the land, the skills and craftsmanship, thanks to which design and architecture, knowledge and regional promotion, have been made possible today.
It’s a small story that becomes an epic poem about different people and places. The people and places of Puglia.

DARIO CURATOLO
Curatore
Curator

LOREDANA CAPONE
Vicepresidente e assessore allo sviluppo della regione Puglia

ALDO BONOMI
Comitato tecnico scientifico
Technical scientific committee

MONICA MAGGIONI
Comitato tecnico scientifico
Technical scientific committee